pratica di consapevolezza
(incontri di meditazione con Alberto Cortese)
 
mindfulness practice
(meetings of meditation with Alberto Cortese)
 
[ noi e la pratica ]    [ incontri settimanali ]    [ intensivi ]    [ ritiri ]    [ contatti ]    [ archivio letture ]    [ HOME ]
line



Mahasatipatthanasuttanta
Il grande discorso sui fondamenti
della presenza mentale
> PDF file
La ricerca dell‘illuminazione
The Quest for Enlightenment
La contemplazione della mente
The Contemplation of the Mind
Nessun paracadute, nessun terreno
No Parachute, No Ground
Natura dei fenomeni, cause della sofferenza, I sette fattori dell'illuminazione / liberazione
Pratica di metta





Mahasatipatthanasuttanta

Il grande discorso sui fondamenti
della presenza mentale


LA CONTEMPLAZIONE DELLA MENTE
“E, o monaci, in che modo uno dimora praticando la contemplazione della mente nella mente (citta)?

Qui, o monaci, in questo insegnamento, quando la mente è pervasa dal desiderio, egli sa “La mente è pervasa dal desiderio”, quando la mente è priva di desiderio, egli sa “La mente è priva di desiderio”, quando la mente è pervasa dall'avversione, egli sa “La mente è pervasa dall'avversione”, quando la mente è priva d'avversione, egli sa “La mente è priva d'avversione”, quando la mente è pervasa di confusione, egli sa “La mente è pervasa di confusione”, quando la mente è priva di confusione, egli sa “La mente è priva di confusione”, quando la mente è contratta, egli sa “La mente è contratta”, quando la mente è distratta, egli sa “La mente è distratta”, quando la mente è esaltata, egli sa “La mente è esaltata”, quando la mente non è esaltata, egli sa “La mente non è esaltata”, quando la mente può raggiungere livelli più elevati, egli sa “La mente può raggiungere livelli più elevati”, quando la mente non ha più livelli a lei superiori, egli sa “La mente non ha più livelli a lei superiori”, quando la mente è concentrata, egli sa “La mente è concentrata”, quando la mente non è concentrata, egli sa “La mente non è concentrata”, quando la mente è liberata, egli sa “La mente è liberata”, quando la mente non è liberata egli sa “La mente non è liberata”.

Così egli dimora praticando interiormente la contemplazione della mente nella mente, dimora praticando esteriormente la contemplazione della mente nella mente, e dimora praticando sia interiormente sia esteriormente la contemplazione della mente nella mente. Egli dimora contemplando i fattori della nascita nella mente, dimora contemplando i fattori della dissoluzione nella mente, dimora contemplando i fattori della nascita e della dissoluzione nella mente.

In lui è presente la consapevolezza del fatto che “Esiste una mente”, fino a giungere alla mera conoscenza e piena presenza mentale. Egli dimora libero e nulla brama al mondo. Così, o monaci, egli dimora praticando la contemplazione della mente nella mente.
(La Rivelazione del Buddha, I testi antichi)
line